Il Manifesto di Svolta

Svolta è un unione di menti, cuori, volontà desideranti che condividono un piano di ragionamento e discussione teso ad un cambiamento forte delle relazioni sociali in chiave di equità e giustizia e liberato da barriere di nazionalità e razza, genere e classe. Le ingiustizie e disuguaglianze sociali sono perpetuate anche e soprattutto attraverso piani discorsivi, linguistici e di discussione che influenzano i nostri immaginari, in una direzione o in quella opposta. Costruire nuovi mondi partendo da nuove immaginazioni collettive del qui e ora, è ciò a cui vogliamo contribuire, insieme a tante e tanti.

Stimolare e contribuire al dibattito collettivo su tematiche politiche, comunitarie, di genere, ambientali, culturali con l’obiettivo di scardinare cristallizzazioni concettuali e facili equilibri su cui l’1% della popolazione globale ha costruito i propri interessi schiacciando i diritti e i desideri il 99%.

Forti della tradizione di pensiero, di movimento e di dibattito collettivo che ci circonda e da cui proveniamo il nostro tentativo è quello di offrire uno spazio aperto, a più voci, per raccontare e riscrivere il presente dal punto di vista, di parte, del nostro 99%.

Perché la società in cui viviamo dovrebbe garantire il diritto alla felicità dei singoli, per ambire alla formazione di una comunità che sviluppa e dà corpo ai propri desideri avendo pari opportunità e strumenti a disposizione per realizzarli e agirli nel mondo.

Rinnovare la cassetta degli attrezzi, concettuali prima e pratici poi, senza dimenticarne la genealogia, ma partendo da essa e ciò per cui scende in campo SVOLTA per intervenire e contribuire al dibattito collettivo e insieme al cambiamento sociale.

Una voce corale per chi nel nuovo millennio ancora non ha gli stessi diritti del resto della società, per chi subisce discriminazioni basate sul colore della propria pelle, sul sesso, sull’orientamento sessuale, sulla classe sociale, sul posto in cui si ha avuto la sfortuna di nascere.

Una voce corale per chi non ha ancora il diritto di scappare da guerra, fame, torture, sfruttamento e realizzare una esistenza dignitosa in un sistema liberato dall’ingiustizia e dalle diseguaglianze.

Come coro di una comunità migrante, Svolta userà la propria voce collettiva per un’altra urgente discussione e insieme vecchia e nuova sfida, un’altra migrazione, quella dei giovani e meno giovani italiani all’estero, narrandone problemi, analizzandone prospettive, proponendo cambiamenti collettivi verso la costruzione di una comunità in cui migrazione non sia finalmente solo sacrificio e scelta forzata ma realizzazione di vite desideranti e non sfruttate.

Un percorso collettivo avviato dalle nostre comunità sparse nel mondo che da svariati decenni hanno lavorato e cooperato verso la realizzazione del migrante come persona avente diritti e sogni e tentando di fornire a noi tutte e tutti gli opportuni strumenti per costruirli. Vogliamo raccogliere questa cassetta degli attrezzi, questo cammino concreto e di ragionamento e condurlo insieme verso l’urgente direzione di un mondo “più giusto, più libero e lieto.”Abbiamo, negli anni, imparato a diffidare di chi si propone di risolvere i problemi della società con la bacchetta magica e senza l’ausilio del più efficace strumento: il dibattito collettivo.

Svolta è dialogo tra generazioni, tra sessi, tra colori, tra menti, tra desideri. Un dialogo trasversale che soltanto grazie alla diversità porterà alla ricchezza di immaginari di cui le nostre comunità respirano, si sviluppano e crescono. Il dialogo nelle sue diverse forme accompagnerà Svolta sin dai suoi primi passi: il dibattito e le analisi sociali, la cultura, la musica, le arti visive, il mondo dell’innovazione, la discussione politica concreta, saranno gli ingredienti per l’analisi del presente e per la nascita di proposte con cui intervenire qui e ora.

Svolta non avrà confini territoriali così come non ha confini la volontà di eguaglianza e libertà del cervello collettivo di Svolta.

Il nostro Team

Per informazioni e collaborazioni contattataci al +41 78 972 03 97 o scrivici a redazione@svolta.online

Salvo Buttitta

Fondatore e
Web / social Manager

Classe 84′, nato e cresciuto in Sicilia, dal 2012 vive in Svizzera. Laureato in Economia a Lugano, da sempre appassionato del mondo digitale, ha perfezionato le sue conoscenze con un Master in Digital Marketing. Ama affrontare nuove sfide e cogliere nuove opportunità. Entusiasta per l’ecosistema delle Start-Up e il mondo del Business digitale,  è impegnato nel coltivare idee sostenibili e innovative. Si definisce un divulgatore orientato all’apprendimento continuo, per poi sperimentare e condividere. Dal 2020 è Coordinatore dell’USEF “Unione Siciliana Emigrati e Famiglie” in Svizzera, ed è proprio in questa cornice che nell’aprile 2020 con altri giovani professionisti siciliani ha lanciato Nexus Sicily un Network LAB per connettere i giovani professionisti siciliani nel mondo con la Sicilia. È tra i responsabile del GIR attivo nel sviluppare una rete di scambio e collaborazione tra i giovani italiani in Svizzera, e dare opportunità di visibilità ai tanti italiani all’estero motore del “Soft Power” dell’Italia. Allo stesso tempo difendere i diritti dei tanti cittadini italiani che, anche se vivendo all’estero, meritano le stesse attenzioni da parte della politica italiana.

Simone Musacchio

Fondatore e
Coordinatore Italia

Fervido credente del progresso, si divide tra il comprendere come la tecnologia possa cambiare la società e come la politica possa indirizzarla a farlo. Nasce in un paesino di Calabria, approda al Nord, si muove all’estero, torna nel Bel Paese, sperando di collezionare, lungo questo percorso, pezzettini utili per poter proporre un punto di vista diverso, un’interazione diversa e perché no, una Svolta.
Amante del dialogo, a volte forse troppo, vi aspetterà nel vivo della discussione con qualche solido ed inamovibile ideale in tasca ma con tanta voglia di contaminazione. Urlo di battaglia: “We are 7 Billion Humans”.

Marianna Sica

Fondatrice e
Coordinatrice Svizzera

Marianna, letterata e storica di formazione, si occupa da anni di ricerca sociale e culturale con particolare attenzione ai movimenti politici italiani di fine novecento, global history, black marxism e questioni di genere. Collabora con diverse riviste online di ricerca militante e politico-sociale. Insegna ed è tra le responsabili del gruppo GIR – Svizzera all’interno del quale è impegnata in progetti di analisi del contesto migratorio della comunità italiana, di integrazione e di attività culturali.

Rosaria Alessia Buffone

Redattrice

Classe ’92, studentessa in Comunicazione e Tecnologie dell’Informazione all’Università della Calabria. Per diversi anni ha svolto volontariato nel Terzo Settore, fino a prendere parte al Servizio Civile Universale (partecipando come rappresentante calabrese al 2° Incontro Nazionale dei Giovani in SC a Trieste, nel 2019).

Ha preso parte a diversi progetti di formazione professionale e personale per il Terzo Settore, quali: la validazione delle competenze in Comunicazione rilasciato dal Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Roma Tre, nell’ambito del programma di ASC Nazionale APS e Forum Nazionale del Terzo Settore; il percorso formativo FQTS 2020 (Formazione Quadri Terzo Settore) all’interno della linea formativa Politiche Culturali e Comunicazione Sociale.

Da gennaio 2020 entra a far parte del nuovo direttivo Arci Cosenza con il ruolo di Segretaria Generale.

I suoi interessi e le sue attività si muovono costantemente all’interno delle tematiche intramontabili riguardanti la comunità LGBT+, l’uguaglianza, la parità di genere, la solidarietà, la promozione culturale, l’inclusività, l’accessibilità, le buone prassi comunicative, l’eliminazione del nuovo fenomeno dell’hate speech e qualsiasi altro argomento che possa aiutare l’umanità a riflettere e migliorare.

 

Gianluca Roberto

Redattore

Vive in Calabria, ama e difende la natura. Attivo nel mondo dell’associazionismo, scrive e si interessa di ambiente e sviluppo sostenibile. Studia per diventare interior designer e opera attualmente nel settore immobiliare. Rivoluzionario, ma anche romantico. “La democrazia si costruisce giorno per giorno, dialogando e preoccupandosi che nessuno rimanga inascoltato”. 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Sarai aggiornornato su tutte le nostre attività e sui nuovi articoli pubblicati

Sito realizzato da HopUp! Agency

All Rights Reserved © 2020